Acquista al telefono: +39 0438 1710029

Il Cappero Selargino


Di probabile origine tropicale, il cappero è presente nelle regioni mediterranee da tempo immemorabile, utilizzato con finalità alimentari e medicinali.

In Sardegna la coltivazione dei capperi - tapparas in lingua sarda - caratterizzò Selargius dai primi del 1800 fino a qualche decennio fa quando, a causa dell'abbandono delle campagne, cadde in declino fino quasi a scomparire.

Marco Maxia, ha dedicato molti anni allo studio della coltivazione del cappero selargino. La sua ricerca nel territorio di Selargius e in altri paesi di produzione, quali Pantelleria, è rivolta a riqualificare e valorizzare il Cappero Selargino. Fondata nel 1999, l'azienda di Marco Maxia si specializza
nella coltivazione del cappero recuperando piante secolari e applicando metodi di coltivazioni naturali.

L'unione tra innovazione e rispetto della  tradizione dà origine a una gamma di prodotti di altissima qualità, il cui particolare gusto, delicato e succulento, apprezzato dai palati più fini ed esigenti, nasce dalla leggerezza dei boccioli caratteristica di questa antica cultivar, selezionata e tramandata dagli avi...

Marco Maxia,è l'unico produttore del Cappero Selargino, una pianta "testarda" che ha
una resa molto bassa.
I costi di produzione sono 3-4 volte superiori rispetto a capperi più noti. La raccolta del cappero è quotidiana
nei mesi di giugno e luglio e si esegue nelle prime ore
del giorno e al tramonto.

Una curiosità...Un raccoglitore esperto riesce a raccogliere circa 1 Kg di capperi èlite in 3 ore e
1 Kg di capperi di calibro medio in 1 ora...
 
 
 



L'azienda di Marco Maxia ha vinto nel 2009 l'Oscar Green per l'Agricoltura, premio all'innovazione e
alla capacità di reinventarsi e rivisitare la storia
e la tradizione italiana
   

 

Griglia Lista

Imposta ordine discendente

4 Prodotti/o

Griglia Lista

Imposta ordine discendente

4 Prodotti/o